Archive for June, 2009

La Palestra

June 30, 2009

Ieri, ho deciso di fare un abbonamento a una palestra vicino a casa nostra. Sto studiando a casa ma e’ molto difficile seguire un programma rigido quando non si frequenta una scuola. Pensavo che fosse una buona idea frequentare i corsi in palestra così posso sentire la lingua e parlare un po’. Oggi ci sono andata e ho fatto un corso di acquafitness. Le istruzioni erano molto facili da seguire perche’ l’insegnante faceva i movimenti con noi. Non ho capito tutte le istruzioni ma andava bene lo stesso. In piscina c’erano molte donne anziane e mi e’ piaciuto ascoltare le loro conversazioni. Dopo la piscina, ho provato la sauna e l’idromassaggio ma avevo mal di testa perche’ il sole era forte, e quindi sono ritornata a casa poco dopo.

Domani alle nove di mattina incontrero’ un personal trainer che mi spieghera’ come si usano gli attrezzi ginnici. Gli chiedero’ di parlare piano! Avevo bisogno delle scarpe da tennis per la palestra (non le ho portate dalla Gran Bretagna) e stamattina le ho comprate. Sono semplici e sono costate solo cinque euro al mercato. Adesso, sono pronta per la palestra! Dopo il giro, faro’ un altro corso di acquafitness se il sole non sara’ forte e dopodomani, ho un corso di idrobike in piscina; sembra interessante e quindi voglio provarlo.

Le Zanzare in Italia

June 29, 2009

In Gran Bretagna, non esistono le zanzare. Sono stata punta per la prima volta quando ho iniziato a venire a Milano cinque anni fa. Mi ricordo che era il mio compleanno in ottobre, e sono stata punta dieci volte come regalo! Credo di essere allergica a queste punture, perche’ si gonfiano molto di piu’ che negli altri.

E’ normale che sono stata punta molte volte, ma le mie amiche quasi per niente. Per esempio, adesso, la mia amica ha solo una puntura ed e’ minuscola. Invece, io ne ho molte (non voglio contarle ma almeno quindici) e sono grandi, brutte e dolorose. Perche’? E’ possibile che gli italiani si sono abituati alle punture fin da quando erano bambini. Invece, i britannici sono sorpresi quando sono punti da una zanzara e per loro, questo e’ qualcosa di strano. Come sanno bene gli italiani, non si deve mai toccare la puntura ma questo non e’ nel mio inconscio!

Sembra che il piu’ utile modo di uccidere le zanzare sia usare il veleno. Secondo me, gli spray o le creme antizanzare non funzionano, specialmente la notte. Comunque, il problema piu’ grande e’ quando si e’ fuori la sera, soprattutto quando si e’ vicino all’acqua or agli alberi. Per esempio, qualche giorno fa, sono andata un aperitivo alle nove di sera. Il luogo era molto bello, ma purtroppo era vicino all’acqua e c’erano molte zanzare. Non ho potuto neanche parlare con le altre persone perche’ ho dovuto cercare le zanzare vicino a me. Sono ritornata a casa solo dopo un’ora perche’ avevo gia molte punture. Queste punture ci vorra’ una settimana o piu’ perche’ guariscano. Ma sono fortunata perche’ quest’anno le zanzare sono arrivate solo qualche settimana fa. Domani devo andare all’Esselunga così compro ancora del veleno per le zanzare!

Il mio soggiorno a Lugano e’ saltato

June 28, 2009

Volevo andare in Svizzera per uno o due giorni questa settimana. Venerdi ho finito un corso di italiano che avevo frequentato per qualche settimana e avevo pensato che avrebbe potuto essere bello andare per una piccola vacanza in un luogo dove parlano italiano.

La mia amica andava a Lugano, parte del Ticino, nel sud della Svizzera. Avevo visto le sue foto, e sembrava una citta’ molto bella. In trena ci vuole un’ora da Milano, e costa poco. Ho sentito che la lingua nel Ticino e’ un dialetto della Lombardia. E’ molto interessante per me imparare dei dialetti d’Italia, specialmente perche’ i dialetti non esistono nel mio Paese (eccetto forse a Newcastle e Glasgow). Quando ritorno in Gran Brettanga, voglio leggere il giornale in italiano, incluso il giornale Svizzero, scritto in italiano:

http://www.cdt.ch

http://www.gdp.ch

Avrei potuto incontrare una persona da Lugano e ho contatatto qualcuno sul sito Couch Surfers:

http://www.couchsurfing.org

Una persona da Lugano mi ha invitato a stare da lei per la notte. Comunque, mi sono organizzata troppo tardi, e la persona non ha ancora risposto alla mia email. Quindi, non sono andata questa settimana. Invece, preferirei andare per un soggiorno un’altra volta, ma starei in un albergo, piuttosto che contattare Couch Surfing. Credo che Couch Surfing sia una buona idea perche’ si puo’ risparmiare e incontrare altre persone, ma puo’ essere difficile organizzarlo, sopratutto in poco tempo. Che peccato, ma invece usero’ il tempo per studiare la lingua.

Collana Easy Reader

June 18, 2009

Alcune settimane fa, ho finito un libro, “Va dove ti porta il cuore”. Era un libro facilitato con solo 1,200 parole e c’erano delle immagini che aiutavano a descrivere i significati delle parole difficili. Fa parte della collana Easy Reader e l’ho comprato dal sito:

http://www.italianbookshop.co.uk/italianbooks/series/m4/c21/6/ERIT

“Va dove ti porta il cuore” e’ una storia meravigliosa; in Italia e’ famosa, gli studenti lo studiano a scuola, e ne hanno fatto un film. E’ la storia di una donna anziana che racconta la sua vita nella forma di lettere a sua nipote. Racconta delle relazioni amorose, delle liti, e delle relazioni nella famiglia. L’ho letto una volta e non ho capito tutto, ma con il mio insegnante privato, sto rileggendolo cosi’ sono capace di capire meglio.

Siccome mi piace leggere, mi sembra che provare a leggere ancora sia una buona idea. Qualche volta leggo il giornale, per esempio il giornale gratis (“Il Metro”) o “Il Corriere delle Sera”:

http://www.metronews.it/

http://www.corriere.it/

Comunque, in questo momento e’ un po’ difficile per me capirli bene, particolarmente perche’ contengono articoli che spiegano fatti molto complicati, usando parole tecniche. Non ho ancora studiato le parole per, per esempio, la politica o gli affari internazionali, quindi preferisco leggere gli Easy Readers!

Aspetto tue notizie!!!

pensieri…

June 18, 2009

Ciao tutti,

Ho gia’ letto i blogs di viaggiare:

http://2008.weblogawards.org/polls/best-travel-blog/

Sono tutti meravigliosi. Li ho trovati mentre cercavo un blog italiano che posso leggere per usare la lingua. Alcuni siti scrivono di un soggetto in particolare, per esempio, cibo, design o fotografia. “MyKugelhopf” – il sito che ha vinto – e’ una nuova idea per un sito – sul cibo, le ricette e i viaggi, ma preferisco leggere delle persone piuttosto che del cibo (benche’ abbia lavorato su un progetto d ricerca sul cibo e giografia…).

Il sito che preferisco e’ “The Lost Girls”. E’ facile navigare in questo sito; contiene dettagliate informazioni sui costi, l’itinerario e le esperienze di tre donne giovani. E’ interessante leggere le esperienze delle persone che viaggiano da sole in confronto alle esperienze di chi viaggia in gruppo. Per esempio, le tre “Lost Girls” hanno viaggiato insieme, mentre Lisa Lubin, l’autrice di “LL World Tour”, ha viaggiato da sola, e sembra che abbiano avuto un’ esperienza diversa per questo motivo. Entrambi i siti sono curati da donne americane.

Inoltre, se si conosce la lingua l’esperienza del viaggio diventa piu’ interessante, per la possibilita’ di incontrare altre persone e di capire la cultura del paese. Per esempio, quando sono stata negli Stati Uniti per tre mesi ho potuto capire, parlare e interagire con le persone che ho incontrato. Capivo subito le notizie e il giornale. Ma quando sono in Italia e’ molto difficile leggere il giornale, anche se sto studiando italiano da molti anni… Beh!